Motivo
n.

1

Riscaldare in modo sostenibile

I pellet sono un prodotto naturale rinnovabile e, diversamente dal petrolio, il gas e l‘uranio, saranno ancora disponibili per le prossime generazioni.

Conclusione: i pellet di legno hanno un futuro assicurato

Motivo
n.

2

Riscaldare in modo ecocompatibile

La combustione dei pellet avviene a CO2 neutro. Durante la crescita gli alberi assorbono CO2, che viene poi liberata nella combustione, proprio come avverrebbe se gli alberi marcissero naturalmente nel bosco.

Conclusione: i pellet di legno sono un combustibile a CO2 neutro!

Motivo
n.

3

Riscaldare in modo conveniente

Il confronto dei prezzi lo dimostra: i pellet di legno sono anche convenienti dal punto di vista economico. Rispetto ai combustibili fossili come l‘olio da riscaldamento e il metano, i pellet di legno sono decisamente più economici, a tutto vantaggio dell‘ambiente e del portafoglio.

Conclusione: i pellet di legno sono un bel risparmio!

Motivo
n.

4

Riscaldare risparmiando risorse

Per produrre i pellet non si abbattono alberi in più. Si utilizzano invece gli scarti della lavorazione del legno. Inoltre in Austria e in Europa cresce più legno di quanto non venga abbattuto nei boschi.

Conclusione: i pellet di legno sfruttano la materia prima legno in modo ottimale!

Motivo
n.

5

Riscaldare in modo indipendente

I pellet sono un prodotto naturale locale. Con i pellet di legno non si dipende dalle crisi internazionali e gli sviluppi globali.

Conclusione: i pellet di legno sono sempre disponibili in loco!

Motivo
n.

6

Riscaldare con un combustibile locale

Acquistando i pellet di legno il valore creato rimane all‘interno del paese. Ciò rafforza l‘economia domestica e crea nuovi posti di lavoro.

Conclusione: i pellet di legno rafforzano la nostra economia!

Motivo
n.

7

Riscaldare comodamente

I pellet sono molto facili da trasportare. Possono essere tranquillamente consegnati con un camion. La caldaia viene alimentata automaticamente tramite la coclea o il sistema di aspirazione a depressione e le moderne caldaie a pellet non richiedono alcuna manutenzione durante il funzionamento

Conclusione: i pellet di legno sono il tipo di legno più comodo per riscaldare!

Motivo
n.

8

Magazzinaggio compatto

I pellet occupano metà spazio rispetto alla legna e addirittura un quarto rispetto al cippato. La scorta per un anno di un‘abitazione unifamiliare moderna può essere immagazzinata in soli 4 m2 circa.

Conclusione: i pellet di legno sono dei veri e propri salvaspazio!
Maggiori informazioni nel glossario sul pellet ÖkoFEN

Magazzinaggio

"Si dorme nel letto che si è preparato", dice un vecchio proverbio tedesco, meglio se all'asciutto. Lo stesso vale per i pellet. Leggi qui alcuni preziosi consigli su come immagazzinare al meglio i pellet. A proposito: non dimenticarti di riordinarli per tempo!

Qual è il posto migliore per immagazzinare i pellet?

I pellet di legno devono essere conservati in un luogo pulito e asciutto. Nella maggior parte dei casi le normali cantine soddisfano questi requisiti. Ma anche silos o serbatoi in tessuto sono ottimi luoghi di magazzinaggio. Se questi serbatoi sono all'aperto, devono essere protetti dall'umidità e dalle radiazioni ultraviolette.

IMPORTANTE: l'autocisterna di trasporto dei pellet dispone di un tubo di pompaggio di max. 30 m di lunghezza. Il magazzino (e quindi i raccordi di riempimento) deve quindi trovarsi a max. 30 metri di distanza dall'ingresso dell'edificio.

Qual è il modo migliore per immagazzinare i pellet?

Immagazzinare i pellet di legno in magazzini o locali chiusi su tutti i lati (cantine). Posizionarli preferibilmente su calcestruzzo o asfalto pulito. Anche silos o serbatoi in tessuto sono ottimi sistemi di magazzinaggio. Se questi serbatoi sono all'aperto, devono essere protetti dall'umidità e dalle radiazioni ultraviolette.

Quanto spazio mi serve?

Le piccole "bombe energetiche" richiedono poco spazio: per 1 tonnellata occorre un magazzino di circa 1,5 m³. Come pratica regola generale vale quanto segue: ogni 1 kW di potenza termica = fabbisogno annuo di 400 kg = 0,9 m³ di spazio a magazzino
Esempio: casa monofamiliare con una potenza termica di 10 kW = fabbisogno annuo di pellet di legno 4000 kg = 9 m³ di spazio a magazzino = superficie necessaria 2m x 2m con un'altezza del locale di 2,3 m

Avvertenze di sicurezza

Nel riempire il magazzino del pellet, è importante che il bocchettone di riempimento non formi angoli retti. Dato che i pellet vengono soffiati all'interno, il rapido cambiamento di direzione può romperli.

Stuoie antiurto nel magazzino frenano dolcemente l'impatto dei pellet. Dal 1° ottobre 2012 è in vigore la norma austriaca ÖNORM M 7137.Ecco alcuni punti di riferimento per un magazzino pellet realizzato correttamente:

 

 

  • Esecuzione resistente al fuoco REI 90

  • Pareti di spessore min. 12 cm (o 17 cm per blocco in calcestruzzo forato), intonacate su entrambi i lati, oppure 10 cm per il calcestruzzo 
  • luogo protetto dall'acqua, dall'umidità e dalla polvere
  • Accesso: min. 3 m di larghezza, 4 m di altezza, peso complessivo ammesso 24 t

  • Altezza di sollevamento: max 6 m

  • Tubo di riempimento max. 30 m

  • Bocchettone di riempimento vicino al muro esterno e facilmente accessibile
  • Nessuna installazione elettrica nel magazzino

  • Fondo inclinato da 40° a 45° e superficie liscia
  • Stuoia antiurto di fronte al bocchettone di riempimento

 

Questa norma ÖNORM M 7137 raccomanda anche di areare adeguatamente il magazzino dei pellet. Ciò può avvenire tramite le feritoie di ventilazione presenti sul coperchio del bocchettone di riempimento.

© ÖkoFEN 2012

Zurück zum Start